Mage Knight Apocalypse

Dark Light
Mage Knight Apocalypse

Review Score:

Come tutti ben sappiamo l’inflazionatissimo mondo della ambientazioni fantasy nei videogiochi paga sempre e paga bene! Gli amanti del gioco di ruolo sono molto spesso anche appassionati del mondo videoludico, la Namco con questo titolo, cerca di fare breccia nei nostri cuori riportando un famosissimo gioco da tavolo della WizKids Games chiamato Mage Knight Apocalypse.  Gli ingredienti fondamentali di tale connubio sono: un trama coinvolgente, con le classiche razze del fantasy; Nani, Elfi Draghi, Demoni, Magia ed imprese epiche, alcune novità dal punto di vista tecnico e una giocabilità scorrevole. Purtroppo alla Namco hanno dimenticato o hanno prestato poca cura ad alcuni di questi aspetti.

 Dal punto di vista della customizzazione questo titolo la fa da padrone, abbiamo difatti un sistema chiamato Mage Stone, che ci permette di modificare tutti gli oggetti illimitatamente.   Tutte le creature del gioco sono curate nel dettaglio e caratterizzate a dovere, il perno della storia ruota attorno ad un Drago a cinque teste (non si chiama idra? No quello aveva le teste di serpente forse) che comanda le forze del male con l’unico obbiettivo di seminare il caos e la distruzione.  Questi malvagi non cambiano mai!  Per ostacolare l’avanzata del male impersonificheremo uno dei cinque guardiani del bene, ovvero dei personaggi mitologici potentissimi forti della forza magica di un’antica razza chiamata Solonavi. Durante il gioco recluteremo guerrieri che ci affiancheranno in battaglia contro le forze del male.  I personaggi che potremo scegliere, come abbiamo già detto, sono in tutto cinque: un elfo guardiano, una vampira, un nano, un drago e un amazzone. Tutti caratterizzati da particolari poteri, purtroppo certi stereotipi nel fantasy sono obbligati.

 Se dal lato ambientazione questo gioco ricalca gli stereotipi, dal punto di vista puramente tecnico sono presenti molteplici innovazioni interessanti; come ad esempio il sistema delle telecamere che ci permetti sia di zoomare nel dettaglio sia di ottenere panoramiche spettacolari dell’azione di gioco. Mentre dal punto di vista della giocabilità questo titolo a tratti risulta essere un po’ scarno e lievemente frustrante, anche perché questo sistema di telecamere se da una parte  risulta essere spettacolare e accattivante, dall’altra può intralciare le nostre azioni di gioco in battaglia e farci perdere istanti preziosi e minando l’esito positivo delle battaglie.  Le abilità dei personaggi vantano un sistema già ampiamente collaudato in Oblivion, che nacque molto tempo fa con Ultima online, ovvero il sistema di macraggio dove la pratica della singola abilità ci permette di progredire e avanzare di livello nella stessa. Un sistema molto più versatile e giocabile rispetto agli altri titoli creati dagli sviluppatori (Sacret e Diablo).  L’equipe di programmatori ha però portato il meglio delle sue esperienze fornendoci un sistema di customizazzione degli oggetti magici e una moltitudine di magie e incantesimi degni del miglior GDR.

 Graficamente MKA merita i nostri elogi, non dal punto di vista di puramente tecnico, ma  dal punto di vista dello ?stile?. Dovremo affrontare durante il gioco mostroni apocalittici grandi dieci volte il nostro personaggio. Le scene di combattimento sono decisamente spettacolar.  A livello tecnico la grafica non è un granché in quanto sono state curate alcune parti e tralasciate altre,  l’acqua è stata realizzata pessimamente e le animazioni sia dei nemici che dei nostri personaggi sono di livello bassissimo a tal punto che il nostro alterego non cammina ma scivola sul terreno muovendo le gambe. Come se non bastasse vari effetti che ormai diamo per scontati mancano proprio come il Bump Mapping e anche il sistema di ombre e la simulazione della fisica sono scarni e lasciano molto a desiderare.

 Dell’audio gradirei non parlarne neanche, dato che è quasi imbarazzante la scarsità di impegno nella realizzazione.  Fortunatamente la parte multiplayer del gioco è stata molto ben curata, a tal punto che ne fa uno dei maggiori punti di forza. Anche se ancora lievemente buggata promette molte ore di divertimento. Avremo la possibilità di giocare in cooperativa con altri amici, per un massimo di cinque.  Ci ha fatto un po’ storcere il naso la mole di file che verranno copiati sul nostro computer, quasi 6 giga.

 Questo titolo potrebbe essere più che apprezzabile se non gravassero su di esso  i molti difetti elencati. Se siete dei Gdrristi accaniti come me potrete passare delle piacevoli ore con questo titolo soprassedendo sulla realizzazione approssimativa. Per fortuna la longevità può essere pressoché infinita grazie al multiplayer. Quindi se vi stuferete del gioco avrete la possibilità di rigiocarlo con gli amici. Ma tutti i non appassionati farebbero meglio ad iniziare con altri titoli più validi disponibili sul mercato.           

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
No comments currently exist for this post.
Leave a Reply:



Comment Spam Protection by WP-SpamFree


Latest News Latest Previews Similar Posts Latest Reviews Related Posts